“Progettare nell'oggi vuol dire rendersi conto che le due dimensioni del tempo non presente (il passato e il futuro) sono unite da una segreta parentela, di cui il presente è un anello. Perché un'architettura di oggi assuma questo suo valore di anello, occorre che ci sia in essa la cosciente 'presenza del passato', nella prospettiva del futuro. Cosciente perché la memoria è e deve essere un atto critico.”Ignazio Gardella

Nel 2008, Claudio De Leo fonda Pleroo, uno studio di interior design a Gioia del Colle, nella provincia di Bari, in Puglia. In questa terra affascinante, ricerca le artigianalità, i mestieri dimenticati e progetta arredamenti di interni con i più svariati materiali: dal legno alla ceramica, dalla pietra pugliese al ferro. Nel 2015, con l’architetto Anna Stella Tinelli, dà vita a una nuova realtà che si occupa di arredamento di interni, progettazione e design di spazi pubblici e privati, di ristrutturazione di spazi turistici come trulli e masserie, negozi e attività commerciali, nonché della consulenza per la scelta di materiali e finiture d’interni.

Pleroo si lascia incantare dalla bellezza, ama guardare il mondo con occhi sempre nuovi e ogni passo che muove è improntato al desiderio di cambiamento.

Si fa ispirare dalle contraddizioni, da quegli elementi che non si combinano gli uni con gli altri per creare unioni inconsuete e raccontare storie nuove. La sua missione è dare nuova vita, nuove possibilità agli arredi, si diverte a cercare tesori dimenticati e arredi storici di grande valore estetico per dare loro un’anima contemporanea. Per Pleroo, essere interior designer significa dare personalità ai luoghi e trasmettere benessere alla gente che li vive.

Significa creare armonia tra spazi e persone, tra vecchio e nuovo, tra possibile e impossibile.

 

 

english version

“Designing today means realizing that the two dimensions of not present time (past and future) are united by a secret kinship, whose ring is the present. For today's architecture to take on its value as a ring, there must be in it the conscious 'presence of the past', in the perspective of the future. It must be conscious because memory is and must be a critical act. ”Ignazio Gardella

In 2008, Claudio De Leo founded Pleroo, an interior design studio based in Gioia del Colle, in the Apulia region in South Italy. In this fascinating land he looks for craftsmanship, in particular forgotten crafts, and designs interior furnishings with the most varied materials: from wood to ceramics, from local stone to iron. In 2015, with the architect Anna Stella Tinelli, he created a new concept that deals with interior design, planning and design of public and private spaces, restructuring of tourist places such as traditional Apulian trulli (ancient stone huts) and masserie (fortified farm houses), shops and commercial activities, as well as consultancy for choosing materials and interior fittings.

Pleroo is dazzled by the beauty, it always looks at the world with new eyes and moves every step driven by the desire for change.

It is inspired by contradictions, by those elements that do not match each other, creating unusual unions and telling new stories. Its mission is to create new opportunities and give new life to furniture; it enjoys looking for forgotten treasures and historic furnishings of great aesthetic value, giving them a contemporary soul. For Pleroo, being an interior designer means giving personality to places and inspire well-being to the people who inhabit them.

It means creating harmony between spaces and people, between old and new, between the possible and impossible.

p.iva 075039507222